Siete nei miei giardini

FRA LE OSSA HO PERCEPITO LA VOSTRA ANIMA

mercoledì 12 marzo 2014

L'oblio

E' stanco l'oblio manipolatore
reduce di un orgasmo ove la morte
abbellisce con i suoi gemiti le onde
transitorie che i volti umani
trasudano e rapiscono nel girarsi intorno
al mondo...

E' stanco l'oblio nella sua metamorfosi
accanitasi fra le pareti di ansie e stanze
cunicoli indifferenziati fra vie sconnesse
e disordinate...

E' stanco l'oblio per il pane e il sale
che oggi mendicano i protagonisti
di quotidianeità infentile per le scelte
e i rifiuti di responsabilità e tace
l'esperienza e la contraddizione
di un rotolo di pergamena reso
squallido dai sentimenti superflui
intrisi di peccato e forti nell'attaccamento
dei medesimi..

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per la visita